Malta che passione

di Marianna Tassinari

 

L’isola di Malta, cuore pulsante del mediterraneo, è facilmente raggiungibile da tutta Europa con i voli di linea e le principali compagnie low cost a prezzi molto accessibili, a patto di prenotare con il dovuto anticipo. L’arcipelago si compone di 3 isole Malta, Comino e Gozo, che offrono soluzioni interessanti per turisti e viaggiatori 350 giorni all’anno. In inverno talvolta c’è burrasca, ma già in febbraio il clima è più mite che in pianura padana, e non c’è nebbia. Questi sono solo alcuni presupposti climatici per invitarvi a scoprire un’isola affascinante, luogo di confine tra Europa e Nord Africa, dove anche la cucina tradizionale riflette la sua posizione di passaggio. Importante ai fini strategici anche durante la seconda guerra mondiale, ora viene definita l’Ibiza low cost, perché è una meta ideale per i giovani e anche per chi vuole fare una breve pausa dalla routine lavorativa in un luogo caldo.

Si atterra a Luqa, l’aeroporto internazionale e in soli venti minuti si arriva alla cittadella medievale della Valletta o alle più mondane Sliema e St Julian. Scogli e piattaforme caratterizzano la costa che guarda l’Italia, con l’unica eccezione di Mellieha, una bella e sabbiosa spiaggia a circa 40 minuti dal centro di Valletta.

A Malta la lingua ufficiale è il maltese, ma è molto diffuso l’inglese, visto che è stata avamposto britannico per lungo tempo, e così fuori stagione l’isola si anima di studenti giovani e meno giovani che frequentano corsi di lingua nelle numerose scuole private, complice anche la facilità con cui si trovano alloggi a buon mercato.

Si può tranquillamente fare una settimana di mare in mezza pensione con meno di mille euro a coppia, per potersi così tuffare nel blu del mediterraneo e scoprire i bellissimi e ben conservati mosaici di Gozo.


Foto: Gozo Marina fonte http://www.telegraph.co.uk

Comino è la parte più naturalistica, si tratta di una piccola isola tra Malta e Gozo, ad appena 30 minuti di battello dalla Valletta. È estremamente rurale e vanta diverse fattorie didattiche dove è possibile curiosare tra le coltivazioni autoctone e assaggiare prelibatezze a km zero. Molto famosa la Laguna Blu, dotata di acque cristalline, il turchese del mare vi stupirà.


Foto: Laguna Blu Comino, fonte http://www.djibnet.com

L’isola principale, Malta, è caratterizzata dalla città fortezza de la Valletta, detta “Città Umilissima”, “una città costruita dai gentiluomini per i gentiluomini”, come cita il bel sito dell’Ente del turismo maltese www,visitmalta,com. È una città dinamica, sempre in fermento, è il cuore commerciale e amministrativo dell’arcipelago. La Valletta prende il nome dal proprio fondatore, l’amato e rispettato Gran Maestro dell’Ordine di S. Giovanni, Jean Parisot de la Valette. È stata eretta sulle aspre rocce della penisola di Mount Sceberras, a picco su due insenature, quella di Marsamxett e quella di Grand Harbour. Costruita a partire dal 1566, La Valletta fu completata, munita di imponenti bastioni, fortezze e cattedrale, in soli 15 anni, un vero e proprio record per l’epoca.


FOTO: la Valletta fonte http://viaggi.nanopress.it

Di giorno la città è caotica, ma ha ancora tutto il sapore di un luogo senza tempo. Le strade strette disposte a griglia ospitano alcuni dei più grandi capolavori artistici europei, tra cui antiche chiese e splendidi palazzi, ancora ben conservati; inoltre grazie ad un programma culturale articolato, e costellato di eventi, si cerca di operare una valorizzazione continua del centro storico patrimonio dell’Unesco.

Camminando per le vie de La Valletta potrete attraversare luoghi storici affascinanti e scorgere meraviglie dietro ogni angolo: statuette votive, nicchie, fontane e stemmi araldici sui parapetti. Nelle anguste vie secondarie si trovano moltissimi piccoli negozi e caffè pittoreschi, mentre sulle strade principali de La Valletta sono dislocati i punti vendita dei grandi marchi internazionali della moda, della musica, della gioielleria e altro ancora.

Anche dal punto di vista gastronomico ci sono tanti piatti da scoprire, gusti ricchi e mediterranei, influenzati dalle varie ondate di colonizzazione che si sono affacciate sull’isola. La cucina maltese è un interessante miscuglio tra le cucine siciliana, italiana, africana, inglese e mediterranea. Da qui nasce un interessante menu di specialità che possono accontentare tanti palati. Tra i primi piatti più noti troviamo: aljotta e il soppa ta’l-armla, rispettivamente una zuppa di pesce e un brodetto di verdure miste arricchito da uova, ricotta e gbejniet, i formaggini di Gozo. Anche la pasta trova spazio nel menu maltese come il timpana: timballo di pasta al forno, con carne di bue e di maiale, fegatini di pollo, viene cotto nel forno in crosta di pasta sfoglia, è molto calorico ma non lontano dalle tradizioni campane e siciliane. Altra pasta importante sono i ravjul ravioli di pasta all’uovo con ripieno di ricotta, serviti con salsa di pomodoro, oppure il ross fil-forn riso al forno dorato in timballo, con carne trita e pancetta affumicata.


Foto: Fenek fonte chef-choice.com

Il secondo più famoso sicuramente è il coniglio (fenek), cucinato in diversi modi, il più famoso è il Fenek Zalze biz, coniglio al vino con cipolle ed erbette. La cena tipica a base di coniglio si chiama fenkata e comprende spaghetti al sugo di coniglio, coniglio arrosto, in umido o grigliato, noci e fichi per dessert.

Giusto per stuzzicarvi l’appetito!

 


 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: