Archivi tag: Tel Aviv

TEL AVIV la “MIAMI BEACH” del Mediterraneo

di Riccardo Celani

Tel Aviv, “la città che non si ferma mai”

 


 

Il paragone non è irriverente, anzi conoscendo bene Miami, sicuramente Tel Aviv ha almeno due grandi vantaggi rispetto alla “cugina” americana: le spiagge più grandi e curate e il mare mediterraneo caratterizzato da dolci declivi, per scendere in acqua, a differenza delle profondità oceaniche, a pochi metri dalla costa, tipiche delle spiagge di Miami. Questo senza contare la sicurezza personale che è garantita a Tel Aviv mentre a Miami, almeno in certi quartieri, può diventare un aspetto spiacevole durante la visita.

 

 

Non a caso, all’inizio dell’estate 2010, il prestigioso National Geographic Magazine ha incluso Tel Aviv nelle Top 10 world cities beach, definendola la “Miami Beach sul Mediterraneo”. La città è stata anche votata dal New York Travel and Leisure Magazine ed è risultata essere la 3° delle migliori città in Africa e nel Medio Oriente. Il Forbes Magazine e la guida Linely Planet, hanno incluso Tel Aviv nell’elenco delle World’s Top Party Cities, e anche la guida delle città europee, Louis Vuitton 2010″, ha inserito Tel Aviv nelle sue pagine.

 

Dopo New York e Tangeri, Tel Aviv viene acclamata per la sua arte, la sua musica e la sua cultura liberale. Secondo la Lonely Planet, Te  Aviv è “la città più internazionale d’Israele” ed è anche “un vero hub mediterraneo del 21° secolo, unico nel suo genere, ….familiare ad una grande comunità gay, una specie di San Francisco in seno al Medio Oriente. Grazie alle sue università ed i suoi musei, Tel Aviv è anche la serra dove vengono coltivati e sviluppati l’arte, il cinema, e la musica “.

 

Tel Aviv continua a collezionare premi e riconoscimenti da tutto il mondo! L’ultimo annuncio è stato rilasciato dalla guida Lonely Planet che ha definito Tel Aviv la città costiera israeliana che vanta una vastissima gamma di attrazioni per il tempo libero, che promuove di continuo varie attività ricreative e che è anche un importante centro culturale del paese. E tra poco questa città diventerà anche un centro internazionale per lo studio della lingua inglese.

 

Tra le sue storiche mura vi sono la casa del grande poeta e saggista ebreo di origine ucraina Chaim Nachman Bialik, dello statista David Ben Gurion, di Dizengoff, protagonista del sionismo, il vecchio cimitero in Trumpeldor Street e la casa/museo dell’artista Rubin Reuven. Gli innamorati della natura, e le famiglie possono deliziarsi visitando il giardino di Abu Kabir, il parco HaYarkon e l’orto botanico accanto all’Università. La chiesa di San Pietro, il Monastero Francescano, e diverse chiese e moschee sono situate a Jaffa.

 

Con oltre 20 musei, Tel Aviv è il centro azionale della cultura. I principali sono il Museo della Terra di Israele (Ha’aretz) e il famosissimo museo d’Arte di Tel Aviv, ma la varietà è infinita. Tra gli altri, nel contesto storico/culturale, ricordiamo il Museo della Diaspora, delle Forze Armate Israeliane (IDF), il museo di Etzel, dedicato all’omonima organizzazione militare, il Museo dell’Haganah, l’istituzione da cui ebbe origine l’Esercito di Israele, il Museo della Palmach, l'”elite” dell’Haganah, il Museo di Lechi, dedicato all’omonima organizzazione per l’indipendenza, ed il Museo dedicato a Nachum Guttman, artista e scrittore nato in Romania, tra i primi allievi dell’Accadema di Gerusalemme, oltre che combattente nella Legione Ebraica durante la prima guerra mondiale.

 

Tel Aviv è sede dell’Orchestra Filarmonica di Israele e della Compagnia Israeliana dell’Opera, oltre che della maggior parte di compagnie di danza e teatro nazionali.

 

Un esempio, per tutti, di grande cultura è il Bauhaus di Tel Aviv, stile architettonico, che è stato introdotto nel 1920 e 1930 da architetti ebrei tedeschi che si stabilirono in Palestina dopo l’ascesa dei nazisti. Tel. Aviv’sWhite città, intorno al centro della città, contiene più di 5.000 edifici in stile modernista ispirato alla scuola del Bauhaus e Le Corbusier. La costruzione di questi edifici, in seguito dichiarati patrimonio mondiale dell’UNESCO, ha continuato ad essere vitale fino al 1950, nella zona di viale Rothschild. Circa 3.000 edifici sono stati creati in questo stile solamente tra il 1931 e il 1939. Nel 1960, questo stile architettonico lasciò il posto a torri di uffici, a catene di alberghi sul lungomare e a grattacieli commerciali. Alcuni degli edifici modernisti della città sono stati trascurati fino al punto da cadere in rovina. Prima che la legislazione per preservare questa architettura, diventasse punto di riferimento per la conservazione di questo grande patrimonio architettonico, molti dei vecchi palazzi sono, purtroppo, stati demoliti.


 

 

Tel Aviv è una città attiva 24 ore al giorno, rigogliosa di cultura, divertimento e commercio, con le sue spiagge d’oro, i mercati esotici, la vita notturna famosa in tutto il mondo, e gli esclusivi centri commerciali. Un’autentica metropoli cosmopolita, dove tradizione e modernità si incontrano, tra l’architettura contemporanea e le vie dei tempi antichi.

 

Tel Aviv ha già compiuto 100 anni ma la sua linea di confine più a sud, il porto di Jaffa, possiede una storia che risale almeno a 5000 anni fa. Agitata ininterrottamente dal vigore dei mercati delle pulci affacciati lungo le strade, non vi è nulla che possa competere con la sua vita notturna: sulla spiaggia, party e grigliate iniziano mentre il sole sta ancora sfiorando l’orizzonte e, quando è tramontato, ognuno si sta già muovendo verso gli eleganti ristoranti di Jaffa o del centro, i caffè e i clubs, che rimarranno aperti fino all’alba. Senza contare tutta l’area del porto ristrutturata che si estende per chilometri, dove, specialmente la sera è possibile passare da un ristorante all’altro ed ammirare eventi lungo un suggestivo lungomare “portuale”.


Tel Aviv, “la città che non si ferma mai”, una metropoli attiva 24 ore al giorno, con le sue spiagge, i suoi mercati, la vita notturna famosa in tutto il mondo., i suoi esclusivi centri commerciali; ma Tel Aviv è anche una città carica di storia e tradizione.


 

Centro nazionale del divertimento notturno, le sue vie sono piene di night clubs che offrono ogni genere di musica, discoteche, ristoranti, pubs, coffee houses, dancings, cinema, teatri, auditorium e sale da concerto, la sua spiaggia regala l’emozione di un bagno e di una romantica passeggiata lungo il litorale, tra le sue storiche mura vi sono la casa del grande poeta e saggista ebreo di origine ucraina Chaim Nachman Bialik, dello statista David Ben Gurion, di Dizengoff, protagonista del sionismo, il vecchio cimitero in Trumpeldor Street e la casa/museo dell’artista Rubin Reuven. Gli innamorati della natura, e le famiglie possono deliziarsi visitando il giardino di Abu Kabir, il parco HaYarkon e l’orto botanico accanto all’Università. La chiesa di San Pietro, il Monastero Francescano, e diverse chiese e moschee sono situate a Jaffa.

 

Chi decide di soggiornare a Tel Aviv può scegliere tra dozzine di hotels, case in affitto, ostelli, con un’ampissima scelta di sistemazioni e di costi, dalle più lussuose alle più semplici. La città è anche un’attivo e vivace luogo di commercio, con i suoi movimentati mercati, tra cui il mercato delle pulci a Jaffa, il mercato del Carmelo, di HaTikva e di Levinsky. Non mancano i moderni centri commerciali, gli importanti centri d’affari per le imprese tecnologiche e gli agenti immobiliari, e il mercato finanziario. Tutto questo ha resa Tel Aviv la capitale economica di Israele, centro internazionale per meeting, mostre e conferenze di grande importanza.


E’ la prima città ebraica moderna costruita in Israele, ed è il centro dell’economia e della cultura nazionali, con la sua ricchezza di eventi artistici e culturali, festivals, intrattenimenti d’ogni sorta, ed un’attivissima vita notturna. Estesa per 14 Km lungo il Mediterraneo, dal fiume Yarkon a nord fino al fiume Ayalon ad est, ogni giorno viene raggiunta da centinaia di migliaia di lavoratori, turisti, visitatori e festaioli, che, fino alle prime ore del mattino, percorreranno la città alla ricerca di nights, ristoranti e luoghi piacevoli dove trascorrere la notte.


 

Il Comune di Tel Aviv Jaffa ha lanciato recentemente un’iniziativa di carattere nazional – comunale per posizionare la città come “global city”. Il concetto di “global city”, città internazionale, si riferisce ad una città all’avanguardia nel campo dell’economia, della cultura e del sociale.

La Global City Administration è l’organo responsabile del collocamento di Tel Aviv come città leader a livello internazionale il cui lavoro è ampiamente illustrato nel sito: http://issuu.com/gagnshalom/docs/tlv_globalcity

La Global City Administration ha ospitato recentemente 15 editori e scrittori della rivista Time Out, nota in tutto il mondo. Agli editori provenienti da importanti città come New York, Londra, Madrid, Barcellona, San Paolo, Amsterdam, Mosca, Città del Capo, Lisbona, Budapest, Bombay e Hong Kong, sono stati illustrati i molteplici aspetti della città di Tel Aviv. I loro articoli sono stati pubblicati su un’edizione speciale intitolata “Time Out Tel Aviv Global City”, con ampia diffusione a livello internazionale.